Società di sviluppo locale

La Società di Sviluppo Locale punta sul riconoscimento e la valorizzazione del ruolo formativo dell’impresa che si affianca e si integra con i sistemi di formazione e istruzione.
L'iniziativa Azienda Formatrice è inserita nel più ampio programma per la valorizzazione del capitale umano, un percorso che scuola e mondo delle imprese hanno compiuto insieme in questi anni.
Dal confronto e dalla collaborazione in materia di capitale umano avviati tra la Provincia e la Camera di Commercio, e a seguito delle sollecitazioni provenienti dal mondo imprenditoriale e dall’istituzione scolastica, il 2 maggio del 2011 è stato costituito il Tavolo del Capitale Umano, copresieduto dai due Enti, al quale hanno aderito la Società di Sviluppo Locale, le associazioni di categoria, i Comuni capoluogo di mandamento e le Comunità montane, l’Ufficio Scolastico Provinciale, gli istituti di istruzione secondaria superiore, Cgil, Cisl e Uil, la Fondazione Gruppo Credito Valtellinese e l’Asl. Il Tavolo del Capitale Umano, che si riunisce periodicamente, è stato concepito quale sede di confronto, analisi e coordinamento delle attività in materia di orientamento, rapporto scuola-lavoro e valorizzazione del capitale umano. Un’assise che garantisce l’incontro tra il mondo delle imprese e quello della scuola, nella quale affrontare problematiche ancora aperte e programmare attività condivise evitando sovrapposizioni e duplicazioni, adottando un metodo di lavoro che rilancia il confronto aperto e che privilegia operatività e azione. Il Tavolo del Capitale Umano ha affidato il coordinamento dell’attività alla Società di Sviluppo Locale che è stata incaricata per la realizzazione delle iniziative concordate.

Enti promotori

Associazioni di Categoria Aderenti